La Bollente sorge nel cuore del centro storico di Acqui Terme, sul lato del centralissimo e pedonale corso Italia. E’ un edicola marmorea realizzata nel 1879 dall’ architetto Giovanni Cerruti, all’interno della quale sgorga una sorgente di acqua bollente carica di sostanze sulfuree-salso-bromo-iodiche utilizzate come materia prima per le cure termali. E’ la tappa principale per chi visita la città e punto di ritrovo storico per tutti gli acquesi. E’ uno spettacolo affascinante osservare quel continuo flusso d’ acqua vaporoso con una portata costante di 560 lt al minuto e una temperatura di media di 74.5°.
In effetti le sorgenti termali acquesi sono due: quella della “Bollente” che sgorga a 75° C nel cuore della città e quelle, un po’ meno calde 50°C circa, che nell’OltreBormida danno vita al piccolo lago delle “Antiche Terme”.

Le acque di origine pluviale provengono da grandi profondità -dove nell’ arco di 60-70 anni si arricchiscono di sostanze minerali – risalgono rapidamente, senza avere il tempo di raffreddare, attraverso faglie – ossia fenditure della crosta terrestre – e in rapporto al cosiddetto gradiente geotermico e alla probabile vicinanza della massa magmatica mantengono l’alta temperatura che le contraddistingue.
Queste acque sono la materia prima delle cure termali e vengono condotte presso gli stabilimenti con un complesso sistema di tubature che attraversa tutta la città.



© Copyright 2017 Immobiliarebertero.com | Tutti i diritti riservati. | Privacy & Policy | Realizzazione e management Revilla Networks Italia